Pap test: serve veramente a prevenire il tumore della cervice uterina

Il Pap test si può considerare un esame fondamentale per fare precoce diagnosi di tumore della cervice uterina: nel 92% dei casi invasivi scoperti tramite lo screening, infatti, si ottiene una guarigione. Lo ha verificato uno studio svedese condotto dal Karolinska Institute di Stoccolma, dopo aver seguito 1.230 donne per una media di otto anni dopo la diagnosi di cancro. I ricercatori hanno osservato che questa percentuale era più alta nel 26% rispetto alle donne la cui diagnosi era stata posta perché sintomatiche (66%). Tra queste ultime, inoltre, la quota di guarigione era più alta del 14% tra quelle che avevano eseguito l’esame secondo gli intervalli raccomandati rispetto a quelle che erano arrivate in ritardo allo screening. Un altro dato registrato, che suggerisce l’efficacia del Pap test è quello per cui tre quarti delle 373 donne nel campione decedute a causa del cancro alla cervice, non si erano sottoposte al test negli ultimi anni. Lo screening, secondo Bengt Andrae dell’università di Uppsala, autore dello studio, riduce il rischio di tumore del collo dell’utero e, allo stesso tempo, è anche collegato a un migliore esito delle cure.

Screening and cervical cancer cure: population based cohort study
BMJ 2012;344:e900 (Published 1 March 2012)

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.898 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: