il pronto soccorso privato

In Italia si spendono 30,6 miliardi di euro, +8% nel periodo di crisi 2007-2010, per assicurarsi prestazioni sanitarie extra-SSN (fonte:  Censis ‘Quale futuro per le risorse in sanità? Quale sanità dopo i tagli?’).  
Secondo l’indagine, è stimato in 17 miliardi di euro – nel 2015 – il divario tra le risorse di cui ci sarebbe bisogno per coprire i bisogni sanitari dei cittadini e i soldi pubblici che presumibilmente il Servizio sanitario nazionale SSN avrà a disposizione. Poche risorse pubbliche rispetto ai bisogni reali, con tagli inevitabili ai servizi.

E mentre si legge che saranno tempi duri (leggete anche questo articolo riguardo alle prospettive di ripresa dalla crisi), si legge anche che i ricchi americani, l’1% famoso che arraffa risorse a man bassa, si concede il lusso del pronto soccorso privato a domicilio: Super-Rich Americans Now Have Emergency Rooms In Own Homes.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.895 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: