la percezione del grasso (in Europa)

couverture_publication

Un interessante studio di Thibaut de Saint Pol pubblicato da INED (Istituto Nazionale degli Studi Demografici – Francia) su come si può esser sovrappeso senza averne la percezione (Portogallo, Spagna, Gran Bretagna) e come si può esser sottopeso pensando di esser grasse (Francia).

Il Body Mass Index (BMI o IMC = Indice di massa corporea), valore numerico ottenuto dal rapporto del peso espresso in Kg e l’altezza espressa in m al quadrato, è l’indicatore oggi più utilizzato nella valutazione clinica e nella classificazione del Sovrappeso e dell’Obesità.
Il BMI, nonostante sia un metodo di misurazione del grasso totale più accurato rispetto al peso corporeo considerato da solo, presenta dei limiti.
Calcola il tuo BMI

Thibaut de Saint Pol
Norms and attitudes to body fatness: a European comparison
Population and societies N°455, avril 2009, n° ISSN 0184 77 83

Annunci

11 Risposte

  1. A cosa serve sapere quanto sei grassa attraverso un calcolo? non conviene di più fare una passeggiata?

  2. sono assolutamente d’accordo
    Sarai d’accordo con me che tantissime persone però usano quotidianamente (ed anche più che quotidianamente) la bilancia per capire quanto sono ingrassato
    e parliamo talvolta di persone sottopeso che se prendono un chilo sono ingrassate (con la connotazione negativa che ha questo termine) . . . .

  3. solo perchè non sei nè Inglese, nè Spagnola, nè Portoghese
    🙂

  4. purtroppo non ho trovato una foto pubblicitaria che, secondo me, rende bene il concetto di quanto si instilli subdolamente l’idea che bisogna esser magre oltre ogni ragionevole criterio
    appena la trovo la posto
    se ti capita di vedere le locandine della nuova enciclopedia wellness & fitness di espresso repubblica capirai a cosa mi riferisco

  5. Si si capisco bene a cosa ti riferisci, infondo, sono una donna e noi queste scemenze le facciamo e le pensiamo …
    Il filo tra la fissazione e la voglia di perdere qualche chilo è allarmante … Ma non è una novita, no?

  6. grazie dei tuoi interventi !

    Io invece direi proprio di si, è una novità!

    Ti faccio un esempio classico : le forme di una statua ottocentesca di una donna che oggi sarebbe considerata, secondo gli standard grassottella, con un pò di pancetta di troppo.

    E, per venire quasi ai giorni nostri, ti consiglio di vedere qualche film con James Dean che era considerato un sex symbol, negli anni ’50 del secolo scorso, e che oggi – al confronto con i belloni televisivi e cinematografici – sarebbe considerato poco scolpito e quindi gli si consiglierebbe di perdere qualche chilo e di definir meglio la muscolatura

  7. “infondo, sono una donna e noi queste scemenze le facciamo e le pensiamo …”

    Beh, questo commento cosa significa???? Parla per te, cara frivola!!!!

  8. mbeh
    l’avevo percepito anch’io come una ironica presa di coscienza; mi permetto di aggiungere che l’anoressia sta iniziando a diventare un problema statisticamente serio anche per gli uomini . . .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: