Aggiornamento delle tariffe delle prestazioni ambulatoriali di diagnostica per immagini DELIBERAZIONE GIUNTA REGIONALE TOSCANA del 29 giugno 2009, n. 567

aggiornamento
il 15 ottobre 2009 è formalmente nata l’associazione MeDiTo Medici della Diagnostica Toscana; il sito web ufficiale è www.medito.net ed esiste un gruppo di discussione a cui far riferimento per gli aggiornamenti, la mail ufficiale dell’associazione è medito2009@gmail.com
Possono essere associati le persone fisiche che siano Medici Chirurghi.

a pagina 168 del BURT dell’8 luglio 2009 c’è la delibera in merito alla modifica del tariffario regionale sanitario, notizia che avevo già   anticipato qui; l’allegato A (da pag 170 del BURT citato) riporta il dettaglio delle nuove tariffe (ridotte, talvolta robustamente) rispetto a quelle in vigore dal 1997 (e che da tale epoca non sono mai state adeguate al costo della vita).
Leggi anche la lettera aperta del collega radiologo Carlo Biagini e le considerazioni del collega Raffaello Canapicchi sugli effetti che tale provvedimento genererà; è stato creato un gruppo su Facebook a cui siete pregati di aderire per stimolare il dibattito e la comunicazione.

LA GIUNTA REGIONALE
Vista la propria deliberazione n. 229 del 3 marzo 1997
“Approvazione del nomenclatore tariffario regionale delle prestazioni specialistiche ambulatoriali erogabili nell’ambito del servizio Sanitario Regionale e relative tariffe”, di seguito indicato come nomenclatore tariffario, e le successive modifiche ed integrazioni; Visto il DM 15 aprile 1994 “Determinazione dei criteri generali per la fissazione delle tariffe delle prestazioni di assistenza specialistica, riabilitativa ed ospedaliera” che all’art. 3, comma 6, prevede che “le Regioni e le Province autonome, con periodicita’ almeno triennale, provvedano all’aggiornamento delle tariffe tenendo conto delle innovazioni tecnologiche e delle variazioni dei costi delle prestazioni rilevate”; Tenuto conto di quanto stabilito, in termine di tariffe massime, dall’art. 1 c. 170 della L. 311/2004, ed oggi contenuto all’art. 8 sexies, comma 5, del D.Lgs 502/1992 come modificato dal comma 1 quinquies dell’art. 79 del D.L. 112/2008, nel testo integrato dalla L. 133/2008 di conversione; Preso atto dei lavori preparatori del DM in materia di tariffe massime, attualmente all’esame della Conferenza delle Regioni, e delle analisi comparative effettuate sui tariffari delle altre Regioni; Considerato che le tariffe ad oggi presenti nel nomenclatore tariffario sono nella gran parte ancora quelle stabilite con la propria deliberazione n. 229 del marzo 1997, avendo procrastinato la revisione delle stesse al complessivo aggiornamento del nomenclatore nazionale e del completamento del progetto RIS PACS, come specificamente richiamato nella propria deliberazione 464 del 16 giugno 2008; Considerato inoltre che, come evidenziato nelle delibere n. 464 del 16 giugno 2008, l’introduzione del nuovo sistema di informatizzazione della diagnostica per immagini (RIS PACS), comporta modifiche tecnologiche ed organizzative, tali da impattare decisamente sulla generazione dei costi delle prestazioni di diagnostica per immagini; Tenuto conto altresì della propria deliberazione D.G.R n. 655 del 04-08-2008: “Interventi in materia di governo clinico della domanda e della offerta delle prestazioni di Risonanza magnetica“; Rilevato che dall’analisi sui costi delle prestazioni ambulatoriali di radiologia, svolta nel corso del corrente anno, come previsto nella DGR 11 del 12 gennaio 2009 e secondo i principi del DM 15 aprile 1994, emerge l’inadeguatezza delle attuali tariffe, con scostamenti tra queste ultime ed i costi di produzione delle prestazioni, sia in positivo che in negativo; Ritenuto necessario adeguare il nomenclatore tariffario ai valori di costo rilevati per le prestazioni radiologiche, e nello specifico, per le metodiche diagnostiche di Radiologia tradizionale, Ecografia, Tomografia computerizzata e Risonanza Magnetica; Valutato, rispetto a quanto prefigurato dalla precedente deliberazione 11/2009, di soprassedere per il momento, dalla revisione della nomenclatura delle prestazioni, in attesa della prevista revisione nazionale in quanto l’iter per quest’ultima sembra nuovamente in fase di completamento; Ritenuto pertanto di procedere all’aggiornamento delle tariffe delle prestazioni sopra citate ed analiticamente elencate nell’Allegato A con i relativi codici e le nuove tariffe stabilite; Ritenuto di stabilire l’entrata in vigore delle tariffe definite con il presente atto, a far data dal 1° novembre 2009 per le transazioni finanziarie tra le Aziende sanitarie e tra queste e gli istituti privati accreditati e a decorrere dalla stessa data per quanto a valere sulle quote di compartecipazione alla spesa dovute dal cittadino; Precisato che per le prestazioni con tariffa inferiore ad euro 36,15 – quota massima prevista per la compartecipazione alla spesa sanitaria per i cittadini non esenti, già prenotate entro il 30 ottobre 2009 ed eseguite successivamente a tale data, si intende ugualmente assolto, quando dovuto dal cittadino, l’onere del pagamento dell’eventuale quota di partecipazione alla spesa anche applicando le tariffe vigenti fino all’adozione del presente atto; Ritenuto altresì, in considerazione della consistenza delle variazioni tariffarie stabilite dal presente atto, e del fatto che le stesse variazioni si abbiano a metà anno, intervenendo in corso delle contrattazioni già esistenti tra le USL e le strutture erogatrici, di dare indicazioni alle Aziende affinché vengano ridefinite le modalità applicative dei contratti in corso; Valutato infine opportuno completare il lavoro di aggiornamento del nomenclatore per le prestazioni di diagnostica per immagini comprendendo, oltre alle metodiche contemplate dal presente atto, Angiografie, Biopsie e Radiologia interventistica; Considerato che la dinamica dei costi dei fattori produttivi utilizzati per l’erogazione delle prestazioni di tomoscintigrafia richiede di procedere celermente anche per queste ad una puntuale analisi di costo e all’aggiornamento tariffario delle relative prestazioni; Ritenuto che per questi ultimi due aspetti si debba prevedere l’adozione degli specifici atti entro il mese di luglio, dando mandato alla Direzione Generale del Diritto alla Salute di provvedere celermente alla relativa analisi dei costi; A voti unanimi
DELIBERA
1. di rideterminare le tariffe delle prestazioni specialistiche ambulatoriali di diagnostica per immagini, analiticamente elencate nell’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente atto, secondo i valori riportati nello stesso allegato A.
2. di specificare che le tariffe definite con il presente atto entreranno in vigore a far data dal 1° novembre 2009 per le transazioni finanziarie tra le Aziende sanitarie e tra queste e gli istituti privati accreditati e a decorrere dalla stessa data per quanto a valere sulle quote di compartecipazione alla spesa dovute dal cittadino.
3. di precisare che per le prestazioni prenotate entro il 30 ottobre 2009 luglio ed eseguite successivamente a tale data si intende ugualmente assolto, quando dovuto dal cittadino, l’onere del pagamento della quota di partecipazione alla spesa (ticket) anche applicando le tariffe vigenti fino all’adozione del presente atto.
4. di impegnare le Aziende sanitarie locali, fermo restando il budget complessivamente assegnato per l’anno 2009 ai singoli Istituti privati in apposito contratto per la branca di radiologia, a rideterminare per il periodo 1° luglio – 30 ottobre 2009, in accordo con i produttori, la quantità delle prestazioni contrattate, incrementando la stessa, ove si riscontri una differenza tra le tariffe in contratto e le tariffe previste nel presente atto per la medesima tipologia, con una percentuale almeno pari al 15%, o proporzionalmente ridotta, anche in funzione del precedente sconto praticato rispetto alle tariffe del Nomenclatore tariffario di cui D.G.R n. 229/97.
5. di rinviare a successivi atti, da assumere entro il prossimo mese di luglio, l’aggiornamento delle tariffe delle prestazioni di tomoscintigrafia (PET), e delle restanti metodiche di diagnostica per immagini.
6. di impegnare, anche al fine della produzione degli atti di cui al punto precedente, la Direzione generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà, a proseguire nel confronto con gli Istituti privati, attivando un Tavolo tecnico permanente, per provvedere, con il loro contributo, all’aggiornamento continuo delle tariffe tenendo conto delle innovazioni tecnologiche e delle variazioni dei costi delle prestazioni rilevate.
Il presente atto è pubblicato integralmente sul BURT ai sensi dell’art. 5, comma 1, lett. f) della L.R. 23/2007, e sulla banca dati degli atti amministrativi della Giunta Regionale ai sensi dell’art.18, comma 2, della medesima L.R. 23/2007.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: