ho dei disturbi

Sarà il notare un atteggiamento – diffuso – di far peggio chè tanto è uguale (lo scudo fiscale, la riforma dell’istruzione, la tanto sbandierata fuga dei cervelli, l’acqua pubblica privatizzata, le leggi ad personam, le tariffe sanitarie scontate, la professionalità svenduta, il menefreghismo di parte dell’utenza che ha possibilità di accedere a servizi professionali di qualità e non se ne cura con danno – palese – per la collettività) che mi fa passare un pò la voglia (stamattina, in tre ore, tre appuntamenti saltati: 45 minuti per farmi gli affari miei, tre persone che avrebbero potuto fruire del buco in agenda ma che – causa maleducazione dell’utente – non ne hanno avuto la possibilità).
Faccio accomodare un paziente relativamente giovane con cui tento l’inquadramento anamnestico: come mai facciamo quest’esame ?
Risposta: Ho dei disturbi vari, il medico mi ha mandato.
A seguire, silenzio . . .
Devo per forza insistere ? Se ti chiedo vuol dire che m’interessa, e m’interessa prevalentemente nel tuo interesse chè l’esame posso e so farlo anche in maniera piatta, senza approfondimento, e poi qualcun altro caverà la castagne dal fuoco . . .
E così faccio, non insisto, non investo ulteriori energie: esame – come prevedibile – negativo, la palla passa a qualcun altro . . .
Tanto è uguale no?
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: