girare la frittata (riguardo al nucleare)

il danneggiamento della centrale nucleare di Fukushima sta causando seri problemi in Giappone: leggi questo articolo

Sul nucleare, impiegato per produrre energia civile, le posizioni sono duramente contrapposte: c’è chi prova simpatia per il nucleare (l’ambientalista britannico George Monbiot su the Guardian) e c’è chi invece (il fisico tedesco Ralf Bönt su Der Standard)  la pensa diversamente.

Vi esorto a guardare questo video: per riflettere sulla contaminazione nucleare non legata ad incidenti civili (qualcuno ne ha mai parlato? Sono stati valutati i danni generati dalle migliaia di esplosioni nucleari per scopi bellici?).

restarci “secco” mentre vai al lavoro

tornando verso casa m’imbatto in un incidente stradale: il traumatizzato è in situazione piuttosto pericolosa, nel bel mezzo di un ampio viale molto trafficato. Per fortuna la polizia stradale era già intervenuta, a far da spartitraffico; parcheggio, in posizione sicura, m’avvicino per prestare – ce ne fosse bisogno – aiuto.
Sembra che non sia successo niente di grave e m’accorgo che l’incidentata (caduta dal motorino) è una persona che conosco; l’ambulanza arriva abbastanza rapidamente, trasportata l’infortunata al DEA; vengo poi a sapere che ha subito un danno, lieve, alle vertebre per cui dovrà restare allettata per circa 30 giorni.
Morale della favola: esci per andare a fare i fatti tuoi e ti trovi immobile in un letto per un mese ed oltre come nel caso della mia conoscente a cui, comunque, è andata abbastanza bene.

Ogni giorno in Italia si registrano 598 incidenti stradali, 13 morti, 849 feriti
Nel mondo gli incidenti stradali sono responsabili di 1,2 milioni di morti e 50 milioni di feriti ogni anno.
Gli incidenti della strada sono la prima causa di morte tra i 5 e i 29 anni

Di sicurezza stradale ho già parlato in questi articoli

sushi radioattivo

il ministro della salute Ferruccio Fazio mangia il sushi per dimostrare che non è radiattivo

a volte mi chiedo se sono io ad esser particolarmente ingenuo o se c’è qualcosa che non torna. Perchè, continuo ad interrogarmi, lanciare l’allarme del sushi radioattivo ?
Ma sul serio qualcuno pensa che importiamo il pesce fresco dal Giappone per poi servirlo, in Italia, nei ristoranti giapponesi ?
Va beh, qualche purista potrà obiettare: la maggior parte dei ristoranti giapponesi o dei sushi bar non hanno personale, nè tantomeno chef di origine giapponese, quindi potrà accadere qualunque cosa. . .
Di fatto se c’è un traffico con il giappone è di sicuro quello del nostro tonno, il tonno rosso del mediterraneo, che viene prevalentemente esportato in Giappone chè il mercato nipponico è disposto a pagare cifre ben più alte di quelle che gli Italiani ritengono sensate . . .
Immaginate se negli Stati Uniti smettessero di mangiar pizza perchè a Napoli c’è l’emergenza monnezza e lo scandalo delle mozzarelle alla diossina!?
A me sembra proprio una non notizia, una sorta di disinformazione: come se si volesse alzar la cortina di fumo per nascondere i veri problemi . . .
NdS il pesce fresco dei sushi bar deve esser congelato o abbattuto: se avete dubbi a riguardo, per evitar spiacevoli soprese legate alla presenza del parassita anisakis, evitate di mangiar sushi !

arriva la nube radioattiva: bevete vino (rosso) !

alcuni ricercatori della scuola di Medicina dell’Università di Pittsburgh avrebbero dimostrato – in esperimento su topi – che il resveratrolo, l’anti-ossidante naturalmente presente nel vino rosso, potrebbe proteggere le cellule dai danni della radioattività.

I risultati, che saranno presentati all’American Society for Therapeutic Radiology and Oncology, potrebbero dar la spinta alla creazione di nuovi farmaci anti-radioattivi.

Articolo integrale, in inglese, su the telegraph

Purtroppo lo champagne non è tra i vini che contengono il resveratrolo: per proteggersi dalle nubi radioattive bevete solo vini rossi (e con moderazione, ovviamente)!

come sopravvivere ad un arresto cardiaco se sei da solo – bufala

ricevo richiesta di consulenza da un’amica: che faccio ? Cestino la mail o la faccio girare?
Leggo l’allegato (quanto odio i powerpoint allegati alle mail!) e, rapidamente, capisco che siamo a livello dell’ictus di Federica ovvero trattasi di una bufala!

FAI UN PROFONDO RESPIRO PRIMA DI TOSSIRE E TOSSISCI PROLUNGATAMENTE COME SE AVESSI DEL CATARRO DA ESPELLERE DAL PETTO.
RIPETI LA SEQUENZA INSPIRARE/TOSSIRE FINO A CHE IL CUORE RICOMINCI A BATTERE…
LA TOSSE CONTRAE IL CUORE  DANDOGLI LA ‘SPINTA’ PER RIPRENDERE A BATTERE E PORTARE COSI’ NUOVAMENTE IL SANGUE IN CIRCOLO…
ARTICOLO PUBLICATO SUL N.º 240 DEL JOURNAL OF GENERAL HOSPITAL ROCHESTER

Orbene: l’automassaggio cardiaco – cough CPR – gira su internet dal 1999 e non è una procedura consigliata da American Heart Association; leggi l’articolo integrale.
Inoltre il JOURNAL OF GENERAL HOSPITAL ROCHESTER non esiste su PubMed, nè su google: quindi, non esiste  . . . .

Per cui, per cortesia, se v’arriva la mail cestinatela: è una bufala!
Nel dubbio di un attacco / arresto cardiaco bisogna chiamare il 118 ed iniziare la rianimazione cardio-polmonare (se necessaria e se si è in grado di farlo).

arriva la nube radioattiva

lo strillano tutti i quotidiani, sarà veramente pericolosa ?
Più pericolosa dell’inquinamento quotidiano che, tranquillamente, subiamo tutti i giorni ?
Inquinamento, sia ben chiaro, che dipende dal nostro stile di vita a cui pochi hanno voglia di rinunciare (la casa confortevolmente riscaldata, andare comodamente in auto dove ci pare, fine settimana a Parigi in aereo, la fuga invernale verso caldi mari tropicali) . . .
In relazione alla recente catastrofe giapponese vi segnalo questo interessante documentario di France 3 (2009), questo articolo (George Monbiot si dichiara a favore) e le dichiarazioni di Carlo Rubbia, premio Nobel per la fisica 1984, sulle centrali ad energia nucleari eco-sostenibili

Uranium : le scandale de la France contaminée
Versione italiana del documento trasmesso da France3 nel 2009.
Le scorie radioattive utilizzate per le infrastrutture: la testimonianza dei sopravvissuti e di chi ci ha lavorato.

premio Nobel per la pace: 2011 contro 2009

ritorno sull’iniziativa Per Gino Strada e Emergency Premio Nobel per la Pace 2011: iscrivetevi al gruppo su Facebook per aiutarci a raggiungere i 100.000 sostenitori!
Considerate le due guerre che sta conducendo il premio Nobel per la pace 2009 e l’iniziativa umanitaria in Libia, mai riflessione fu più azzeccata!

Obama Nobel per la pace - autore Daniel Paz

dal blog di Daniel Paz, geniale vignettista argentino

AGGIORNAMENTO
In riferimento a operazioni di polizia internazionale, di “peace keeping” e missioni in difesa dei “diritti umani” leggete anche, se vi va, la riflessione di Massimo Fini su il fatto quotidiano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: