è morto Osama: viva Osama !

nel giorno in cui viene proclamata la morte (sarà vero?) di Osama bin Laden, mi casca l’occhio su questo agghiacciante articolo che parla dei detenuti della base di Guantanamo, di cui vi faccio un’estrema sintesi:
– persone innocenti interrogate per anni in base ad accuse inconsistenti
– bambini, anziani e malati psichiatrici detenuti per errore
– nonostante i proclama di Barack Obama 172 prigionieri sono tuttora detenuti senza che si abbia idea di quando saranno processati e/o rilasciati.
Potete leggerlo integralmente, in inglese, sul sito di the guardian o su internazionale n° 895 del 29 aprile 2011: colpisce, in particolare, il caso del più giovane (Naqib Ullah: catturato ed imprigionato a 14 anni) e del più vecchio (un contadino afghano 89enne affetto da demenza senile: Mohammed Sadiq) detenuto della prigione extraterritoriale di Guantanamo, ove le più elementari norme di tutela dell’essere umano non esistono . . . .

Oltre a leggere qualche articolo/testimonanza di Emergency approfondite leggendo questo e quest’altro articolo e riflettete su quanto sia un reale trionfo la morte di Osama bin Laden: se non ci fosse wikileaks, bisognerebbe inventarlo. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: