in morte della convenzione

ecografia: addio ai centri convenzionati

ricevo alcuni articoli, a conferma di quanto pubblicato qualche giorno fa: in regione Toscana si sta seriamente pensando (hanno già deciso?) di azzerare le attività esterne di diagnostica convenzionata.
In pratica tutti gli esami potranno esser effettuati a tariffe SSN (qualcuno, di quelli che ne fruiscono, s’è per caso reso conto che in tanti casi l’utente paga più di quanto la regione stessa corrisponde all’istituto che eroga la prestazione? ) solo presso strutture pubbliche. I centri convenzionati SSN potranno continuare a lavorare solo in forma privata (il cittadino paga la prestazione per intero): parliamo di un milione di prestazioni annue erogate in convenzione presso strutture convenzionate e accreditate con il SSN in Toscana.
NdS e mi ripeto: molti stanno già pagando per intero, pensando di pagare solo la quota ticket che vorrebbe dire una compartecipazione al costo – un tempo più elevato – della prestazione sanitaria.
Oggi, con l’abbattimento delle tariffe di diagnostica sanitaria di un paio d’anni fa ed il rialzo delle quote ticket di compartecipazione, si può spendere fino a 58 euro – se in fascia di reddito alto – per un esame che la regione prezza a poco più di 40 euro.
Ah, siccome il ribasso tariffario di qualche anno fa non è, evidentemente bastato, preparatevi al low cost sanitario . . . .
su Repubblica Firenze, unita’ Toscana, il Tirreno, Corriere Fiorentino gli approfondimenti
vien da pensare che siamo, un pochino, più vicini alla Grecia . . .

Annunci

ecografia dai medici di base MMG: rivoluzione o involuzione ?

Leggo da La Nazione Firenze di ieri che sta per partire una nuova iniziativa che ambisce a decongestionare le strutture di diagnostica.

Per questo, i medici (MMG, il medico di famiglia) dovranno seguire il corso di 120 ore complessive che prevede, oltre a una piccola parte di insegnamento teorico, l’approccio immediato con la pratica. Una volta tornati in ambulatorio, i medici saranno pronti per fare gli accertamenti ecografici ai pazienti.

Le basi teorico-scientifiche le trovi qui.

Su la Nazione di oggi la risposta – che riporto integralmente, a seguire – del Presidente di MeDiTo Medici della Diagnostica Toscana.

L’idea di richiedere  ai Medici di famiglia di eseguire la diagnostica ecografica di 1° livello, per decongestionare i Pronto Soccorso e ridurre le liste di attesa, trova MEDITO (associazione dei Medici della Diagnostica Toscana), in disaccordo perché:

1)  L’ecografia di 1° livello è un concetto che viene sempre più spesso utilizzato, ma non è stato mai ben definito: per noi esiste solo l’ecografia di eccellenza: se una patologia è perduta ad un esame non si capisce perché si dovrebbe far ripetere lo stesso esame da un Operatore più esperto, a parte casi  particolari; ricordiamoci che la diagnosi più impegnativa è quella di esclusione di patologia: dire ad un Paziente che non ha una data malattia è per lui fonte di sicurezza e quindi di potenziale sottovalutazione dei propri sintomi; in definitiva o l’esame si esegue subito bene o è inutile e dannoso farlo. Infatti, se una patologia potenzialmente “urgente” viene sospettata all’esame clinico-anamnestico e non rilevata all’esame di “1° livello” cosa ne segue? Se l’esecutore è completamente padrone della diagnostica e ne conosce limiti ed indicazioni alla perfezione,  prenderà in considerazioni altre ipotesi, magari non discriminabili dall’esame ecografico, procedendo direttamente a richiedere accertamenti diversi…ma se così è, non si capisce perché debbano esistere due livelli di ecografia! Nell’ipotesi che l’esecutore non sia convinto del proprio esame (non è improbabile), procederà comunque all’invio al Pronto Soccorso, senza alcun guadagno clinico o di riduzione di spesa.  Per quanto poi un Medico di Medicina Generale sia preparato ad effettuare ecografie, si deve ricordare che solo l’esecuzione di un alto numero di esami permette di mantenere e sviluppare una pratica diagnostica. Non è un caso che anche chi esce da una buona Scuola di Specializzazione dopo un corso di 4-5 anni ha spesso bisogno di un periodo di “supervisione” da parte di un Collega esperto ed è costretto ad aggiornarsi continuamente! Nonostante i nostri continui sforzi di raggiungere e mantenere alti livelli di qualificazione, siamo spesso costretti a ridurre i nostri campi di attività, per cercare di ottenere il meglio dalle nostre prestazioni: sono rimasti pochi gli Specialisti che eseguono ecografie di tutti i distretti e di tutti gli apparati.
Una nota finale su questo primo punto: Il Medico di Medicina Generale che esegue un’ecografia è tenuto a redigere il relativo referto? E se non ha questo dovere, qual è la sicurezza del Paziente? Già oggi i nostri Colleghi di Medicina Generale, oberati da pesanti carichi di lavoro, non hanno il tempo di  riportare in una nota scritta il riscontro di ogni loro visita da consegnare al Paziente: come troveranno il tempo di eseguire una indagine di cui non sono completamente padroni e di preparare la relativa certificazione?

2)  Se si ritiene di poter ridurre l’afflusso dei Pazienti al Pronto Soccorso con una valida diagnosi ecografica, sarebbe sufficiente prevedere che una quota aggiuntiva della spesa per la Diagnostica convenzionata fosse devoluta alle urgenze, con prestazioni eseguibili entro 2-3 ore su richiesta telefonica diretta del medico di Famiglia agli Specialisti convenzionati: da parte degli Istituti Privati e da parte nostra non mancherebbe certamente la disponibilità a studiare subito un calendario di disponibilità per le urgenze da comunicare ai Medici di Medicina Generale con una buona distribuzione sul territorio, offrendo così un servizio rapido e, al contempo, qualificato.
Si deve rilevare poi che gran parte delle presentazioni al Pronto Soccorso non avvengono su richiesta dei Medici di Medicina generale, ma per “auotopresentazione” dei Pazienti che spesso, a torto, ritengono che il Pronto Soccorso sia una specie di ambulatorio di rapido accesso.
L’acquisto di apparecchiature ecografiche di almeno sufficiente livello e, soprattutto, la spesa per la preparazione dei Medici di base ad eseguire ed interpretare indagini ecografiche non daranno dunque un proporzionale ritorno in termini di riduzione di altre spese o di miglior servizio.
I Medici Specialisti che si dedicano in via esclusiva alla Diagnostica per immagini rivendicano  la loro specifica preparazione e competenza in questo settore e si dolgono che, ancora una volta, il loro parere non sia stato sentito dall’Assessorato alla salute.

il 15 ottobre 2009 è formalmente nata l’associazione MeDiTo Medici della Diagnostica Toscana; il sito web ufficiale è www.medito.net ed esiste un gruppo di discussione a cui far riferimento per gli aggiornamenti, la mail ufficiale dell’associazione è medito2009@gmail.com

SCIOPERO GENERALE DEL PUBBLICO IMPIEGO E DELLA SANITA’: 23 OTTOBRE 2009

La sanità è da anni sottoposta a processi profondi di ristrutturazione devastante, mentre questi processi continuano con il Piano della Salute 2010-2011, si sta per abbattere sul settore il decreto Brunetta  che realizza il famoso piano industriale della pubblica amministrazione.
Un progetto devastante che nella sanità si somma agli effetti dei piani di rientro, del federalismo a fasi alterne, della gestione commissariale, delle regioni ridotte a commissari liquidatori del sistema pubblico senza alcuna autonomia reale.

Gli approfondimento sullo sciopero generale del pubblico impiego e della sanità (23 ottobre 2009)  qui

Con l’associazione MeDiTo Medici della Diagnostica Toscana stiamo cercando di opporci, localmente, a qualcosa di simile . . .

il 15 ottobre 2009 è formalmente nata l’associazione MeDiTo Medici della Diagnostica Toscana; il sito web ufficiale è www.medito.net ed esiste un gruppo di discussione a cui far riferimento per gli aggiornamenti, la mail ufficiale dell’associazione è medito2009@gmail.com
Possono essere associati le persone fisiche che siano Medici Chirurghi.

MeDiTo Medici della Diagnostica Toscana

il 15 ottobre 2009 è formalmente nata l’associazione MeDiTo Medici della Diagnostica Toscana; il sito web ufficiale è www.medito.net ed esiste un gruppo di discussione a cui far riferimento per gli aggiornamenti, la mail ufficiale dell’associazione è medito2009@gmail.com
Possono essere associati le persone fisiche che siano Medici Chirurghi.

Finalità dell’associazione
articolo 3 dello statuto
L’Associazione è apartitica, apolitica e non persegue fini di lucro e si propone di indirizzare la propria attività principalmente:
– alla determinazione di procedure di esecuzione di prestazioni clinico-diagnostiche che tutelino al meglio la salute dei pazienti;
– alla promozione e tutela della dignità professionale dei medici operanti nell’area diagnostica;
– all’organizzazione di eventi formativi e di aggiornamento per gli associati;
– alla preparazione di materiale informativo utile al perseguimento delle proprie attività istituzionali.

a pagina 168 del BURT dell’8 luglio 2009 c’è la delibera “Aggiornamento delle tariffe delle prestazioni ambulatoriali di diagnostica per immagini” DELIBERAZIONE 29 giugno 2009, n. 567 della regione Toscana che dal 1 novembre 2009 introdurrà le modifiche del tariffario regionale sanitario, notizia che avevo già   anticipato qui; l’allegato A (da pag 170 del BURT) riporta il dettaglio delle nuove tariffe (ridotte, talvolta robustamente) rispetto a quelle in vigore dal 1997 (e che da tale epoca non sono mai state adeguate al costo della vita).

Il problema riguarda Cardiologi, Radiologi, Angiologi ed Ecografisti … per ora. Leggi anche la lettera aperta del collega radiologo Carlo Biagini e le considerazioni del collega neuroradiologo Raffaello Canapicchi; è stato creato un gruppo su Facebook a cui siete pregati di aderire per stimolare il dibattito e la comunicazione.

15 ottobre: costituzione di MEDICI della DIAGNOSTICA TOSCANA (MeDiTo)

Partecipate, numerosi, alla riunione indetta per il 15 ottobre 2009, ore 18: è confermata la disponibilità della sala dell’Ordine dei Medici di Firenze, come il 18 settembre 2009.
Raccoglieremo le iscrizioni a MEDICI della DIAGNOSTICA TOSCANA (MeDiTo) e decideremo la linea di condotta da tenere.

Iscrivetevi, nel frattempo, al gruppo di discussione su web per confrontarci e contarci e per proporre nuove idee: ogni contributo è ben accetto.
Per iscriverti, essere aggiornato sugli sviluppi, proporre idee clicca qui; è fondamentale che nessuno ignori quel che sta per accadere, fate sapere a tutti i colleghi interessati che stiamo organizzando un gruppo per discutere del problema.

a pagina 168 del BURT dell’8 luglio 2009 c’è la delibera “Aggiornamento delle tariffe delle prestazioni ambulatoriali di diagnostica per immagini” DELIBERAZIONE 29 giugno 2009, n. 567 della regione Toscana che dal 1 novembre 2009 introdurrà le modifiche del tariffario regionale sanitario, notizia che avevo già   anticipato qui; l’allegato A (da pag 170 del BURT) riporta il dettaglio delle nuove tariffe (ridotte, talvolta robustamente) rispetto a quelle in vigore dal 1997 (e che da tale epoca non sono mai state adeguate al costo della vita).

Il problema riguarda Cardiologi, Radiologi, Angiologi ed Ecografisti … per ora. Leggi anche la lettera aperta del collega radiologo Carlo Biagini e le considerazioni del collega neuroradiologo Raffaello Canapicchi; è stato creato un gruppo su Facebook a cui siete pregati di aderire per stimolare il dibattito e la comunicazione.

gruppo di discussione su “Aggiornamento delle tariffe delle prestazioni ambulatoriali di diagnostica per immagini” DELIBERAZIONE 29 giugno 2009, n. 567

E’  nato un gruppo di discussione per confrontarci e contarci.
Per iscriverti, essere aggiornato sugli sviluppi, proporre idee clicca qui; è fondamentale che nessuno ignori quel che sta per accadere, fate sapere a tutti i colleghi interessati che stiamo organizzando un gruppo per discutere del problema.

a pagina 168 del BURT dell’8 luglio 2009 c’è la delibera che dal 1 novembre 2009 introdurrà le modifiche del tariffario regionale sanitario, notizia che avevo già   anticipato qui; l’allegato A (da pag 170 del BURT) riporta il dettaglio delle nuove tariffe (ridotte, talvolta robustamente) rispetto a quelle in vigore dal 1997 (e che da tale epoca non sono mai state adeguate al costo della vita).
Il problema riguarda Cardiologi, Radiologi, Angiologi ed Ecografisti … per ora. Leggi anche la lettera aperta del collega radiologo Carlo Biagini e le considerazioni del collega neuroradiologo Raffaello Canapicchi; è stato creato un gruppo su Facebook a cui siete pregati di aderire per stimolare il dibattito e la comunicazione.

aggiornamento
il 15 ottobre 2009 è formalmente nata l’associazione MeDiTo Medici della Diagnostica Toscana; il sito web ufficiale è www.medito.net ed esiste un gruppo di discussione a cui far riferimento per gli aggiornamenti, la mail ufficiale dell’associazione è medito2009@gmail.com
Possono essere associati le persone fisiche che siano Medici Chirurghi.

‘sconti’ al tariffario sanitario regionale della Toscana: incontro tra colleghi

Confermata la riunione presso la sede dell’Ordine dei Medici di Firenze (Via Giulio Cesare Vanini, 15 50129 Firenze) alle 17,30 di Venerdì 18 Settembre 2009:  è  importante esserci tutti per contarsi!
Il problema riguarda Cardiologi, Radiologi, Doppleristi ed Ecografisti…per ora.
Avvisate tutti i Colleghi e, se possibile, date conferma della vostra presenza.

a pagina 168 del BURT dell’8 luglio 2009 c’è la delibera in merito alla modifica del tariffario regionale sanitario, notizia che avevo già   anticipato qui; l’allegato A (da pag 170 del BURT) riporta il dettaglio delle nuove tariffe (ridotte, talvolta robustamente) rispetto a quelle in vigore dal 1997 (e che da tale epoca non sono mai state adeguate al costo della vita).
Leggi anche la lettera aperta del collega radiologo Carlo Biagini e le considerazioni del collega neuroradiologo Raffaello Canapicchi; è stato creato un gruppo su Facebook a cui siete pregati di aderire per stimolare il dibattito e la comunicazione.

aggiornamento
il 15 ottobre 2009 è formalmente nata l’associazione MeDiTo Medici della Diagnostica Toscana; il sito web ufficiale è www.medito.net ed esiste un gruppo di discussione a cui far riferimento per gli aggiornamenti, la mail ufficiale dell’associazione è medito2009@gmail.com
Possono essere associati le persone fisiche che siano Medici Chirurghi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: